Fratelli Marin  snc

CASA FONDATA NELL’ANNO 1860

Via Piana Scagnelli, 8 c

16024 - Lumarzo - (GE)

Tel. 0185 946016 - Fax 0185 946928

C.C.I.A.A. 176146  P.IVA C. Fisc 00318390101

 

PRIMARIA

FABBRICA

DI

ORGANI

DA

CHIESA

 

 

descrizione tecnica dello strumento e relazione storica

 

Lo strumento, posto in cantoria, è conservato all'interno di cassa lignea con facciata in stagno formante unica cuspide con bocche allineate, nella parte anteriore della cassa sono poste palette in vetro su telai in legno per permettere l'effetto di espressione. Lo strumento a trasmissione meccanica è stato costruito nel 1838 da Antonio Buzzoni e trasferito nell'attuale sede dalla Ditta Parodi & Marin nel 1935. La consolle a finestra è composta da tastiera cromatica, non originale, a 56 note e pedaliera diritta a 24 pedali. La registrazione a manette con scorrimento orizzontale ad incastro è posta alla destra della tastiera e comanda i seguenti registri: Principale bassi - Principale soprani - Ottava bassi - Ottava soprani - XV - XIX e XXII - XXVI e IX - Contrabbassi - Viola 8' bassi - Viola 8' soprani - Flauto 8' soprani - Voce umana soprani - Terza mano. Il somiere maestro è del tipo a vento con 15 pettini, il somiere del pedale è a ventilabri; la manticeria è formata da due mantici del tipo a cuneo.

L'interessante strumento, seppur parzialmente suonabile, si presenta in precarie condizioni; ai somieri e ai mantici occorre sostituire tutte le pelli, alle parti

lignee dovrà essere effettuato un accurato trattamento contro i tarli che risultano essere presenti in più punti, le canne di metallo dovranno essere spolverate, lavate e cilindrate a nuovo al fine di garantire una intonazione più precisa ed una accordatura stabile e duratura.

Le condizioni generali dello strumento impongono di effettuare opere di restauro mirate a riportare lo strumento alla sua piena efficienza.

 

relazione sullo stato di fatto dell'organo

sito nella Parrocchia di S. Ambrogio di Mignanego (GE)

 

Lo strumento attualmente risulta solo in parte suonabile e necessita pertanto di un intervento di restauro mirato a riportare al preciso funzionamento la meccanica e l'eliminazione di tutte le dispersioni di aria dovute al mediocre stato di conservazione delle pelli dei mantici e dei somieri. Tutti i legnami in più punti risultano intaccati dal tarlo e quindi necessitano di una decisa azione contro i parassiti del legno.

Le canne interne sono in discreto stato di conservazione, alcune sono abbattute e deformate nella bocca, altre presentano squarci alla sommità dovute ad accordature improvvisate, l'abbondante polvere presente rende l'intonazione e l'accordatura imprecisa.

Tastiera e pedaliera presentano problemi di cedimenti della meccanica, e necessitano di totale rinnovo dei feltri.

I catenacci in ferro sono arrugginiti e hanno attriti che tendono a bloccarli, i cuscinetti a strangolo hanno in più punti ceduto causando eccessivi laschi rendendo quindi il tocco dei tasti molto rumoroso.

Le canne in legno hanno le tavole in più punti scollate rendendo quindi l'intonazione alterata.

Particolare cura dovrà essere riservata alle canne in maniera da rispettare i parametri d'intonazione originale.

 

relazione tecnico - illustrativa degli interventi previsti

 

Lo strumento, posto in cantoria, è conservato all'interno di cassa lignea con facciata in stagno formante unica cuspide con bocche allineate, a trasmissione meccanica è stato costruito nel 1838 da Antonio Buzzoni.

 

Registrazione: Principale bassi - Principale soprani - Ottava bassi - Ottava soprani - XV - XIX e XXII - XXVI e IX - Contrabbassi - Viola 8' bassi - Viola 8' soprani - Flauto 8' soprani - Voce umana soprani - Terza mano.

 

Descrizione delle opere.

1°) Smontaggio:

smontaggio di tutte le canne sìa di legno che di metallo, dei somieri previa distacco della meccanica trasmissiva, dei mantici e di quelle parti non restaurabili in loco. Si provvederà a eliminare la griglia espressiva non originale.

 

2°) Somiere maggiore:

sarà aperto per il controllo di ciascuna componente. 1 ventilabri liberati dalla vecchia pelle, rettificati sul piano di appoggio, saranno foderati con nuova pelle morbida per la perfetta tenuta di aria. 1 tiranti agganciati a detti ventilabri saranno ripuliti e raddrizzati, quelli non più riutilizzabili saranno fatti nuovi di foggia e materiale omogenei agli originali. Le molle di richiamo saranno ripulite e se necessario ricalibrate. Tutte le componenti lignee, debitamente disincrostate e ripulite, verranno trattate con antitarmico. I 15 pettini di registro saranno accuratamente ripuliti sia nella parte lignea che in quella metallica facendogli così riacquistare la giusta scorrevolezza. Sarà sostituita la pelle ai ventilabrini che non garantiscono la perfetta tenuta di aria, mentre le mollette di richiamo saranno tutte sostituite. Le portelle di chiusura della cassa di aria avranno nuova guarnizione in pelle come tutte le altre chiusure.

 

3°) Somiere del pedale:

verrà trattato con identiche modalità del somiere maggiore.

 

4°) Tastiera:

si riporterà al primitivo funzionamento mediante ripulitura dei tasti, disossidazione delle punte metalliche, pulitura e consolidamento del telaio, rinnovo dei feltri.

 

5°) Pedaliera:

i pedali eccessivamente consumati saranno placcati a nuovo, i feltri rinnovati, le molle di richiamo rinvigorite nella giusta forza, il telaio ripulito e riverniciato.

 

6°) Manticeria:

l' attuale mantice a coda, presente all'interno dell'organo, verrà soggetto ad attento esame delle parti lignee e impellato a nuovo riportandolo alla piena efficienza. Le condotte porta vento verranno trattate in modo analogo. Alle parti lignee sarà riservato un trattamento antitarlo, insistendo su quelle maggiormente intaccate.

 

7°) Meccanica:

le catenacciature di tastiera, pedaliera e registri verranno pulite sia nelle parti in legno che in quelle di ferro le quali si riporteranno al primitivo funzionamento mediante l'eliminazione di attriti e giochi eccessivi in modo da ridurre al minimo la rumorosità. I catenacci verranno collegati riutilizzando gli attuali tiranti opportunamente puliti e raddrizzati.

 

8°) Armature e legature:

il "cavallo" del somiere maestro verrà consolidato dove necessario così come tutte le altre armature.

Tutte le parti in legno saranno trattate con antitarmico.

 

9°) Fonica:

all'atto dello smontaggio si provvederà ad un accurato riordino delle canne presenti facendo particolare attenzione a ricomporre i vari registri secondo la corretta successione. Dette canne, dopo la catalogazione, saranno pulite, rimesse in forma e saldate negli squarci con saldature sottili e piatte.

Si registreranno con la massima attenzione i livellamenti delle anime, la luce presente fra il labbro inferiore e superiore, la luce fra il labbro inferiore e l'anima e il foro di apertura d'aria del piede.

Le canne di legno saranno pulite e incollate nelle giunture dove necessita riportandole alla giusta sonorità. A tutte le canne si effettueranno rilievi e misure facendo particolare attenzione alle segnature presenti.

L'intonazione delle canne sarà fatta nel modo migliore operando nel pieno rispetto dei parametri di intonazione originale. L'accordatura si eseguirà a regola d'arte seguendo eventuali tracce del temperamento e del corista originale.

 

 

 

preventivo di spesa

Totale costo dei lavori

€.  42.000,00

I. V. A. (10%)

€.    4.200,00

Totale I.V.A. inclusa

€. 46.200,00